Di traverso - Flat track school.

 

Non ci stancheremo mai di riperterlo: nessun oggetto inanimato, anche se per molti le due ruote hanno un'anima, trasmette emozioni come le moto. Ci sono però alcune moto in grado di trasmettere emozioni più intense e, concedetemi il termine, positive. Perchè se alcune moto possono possono mettere soggezione, intimorire, creare un timore reverenziale altre sono pura gioia, allegria e tanto, tanto divertimento. Emozioni pure, cristalline e senza filtri. Stiamo parlando di quelle moto che vanno di traverso, quelle che non hanno bisogno del freno anteriore, e sono il tramite a stati d'animo fanciulleschi. Le moto che si possono guidare alla DitraversoSchool.

E'possibile in una società come la nostra in cui tutto è standarizzato e ormai, anche dal punto di vista motociclistico, si è provato di tutto, dalla pista allo sterrato, vivere emozioni nuove con una moto?

Avevamo sentito parlare e letto di una scuola in cui si insegnava un modo nuovo di guidare la moto, di guidarla in un ovale e che andava guidata di traverso.

I racconti e le recensioni dei vari siti dei corsi di questa scuola erano tutti a cinque stelle, in alcuni casi i cronisti erano davvero esaltati, e ora dopo la nostra esperienza diretta abbiamo avuto la prova e la conferma che tutto quello letto era vero e si è possibile vivere emozioni nuove con una moto!

Stiamo parlando della ditraversoschool

Grazie anche a Pakelo sponsor tecnico della scuola, abbiamo potuto assaporare l'essenza di questo corso e il risultato è stato impressionante.

Perchè quando le aspettative sono alte il rischio di venirne stupiti  è qualcosa di raro. Eppure è andata proprio così.

Così abbiamo provato le Yamaha D400 Deus, moto semplici, con una cavalleria limitata ma più che sufficienti per chi si avvicina per la prima volta alla disciplina. Abbiamo vissuto una giornata da allievi, in una scuola in cui faresti carte false per essere un ripetente.

.

Grande merito va dato al cuore di questa scuola, l'istruttore Marco Belli. Il supercampionissimo di flat-track lo avevamo già conosciuto tempo fa per una intervista, quando questo progetto non era ancora nato, in una chiacchierata sulle sponde del lago di Varese, dove erano emerse le qualità umane e la spontaneità senza filtri che gli abbiamo ritrovato anche in veste di istruttore. Perchè è proprio Belli il valore aggiunto di questo progetto che sembra strizzare gli occhi a qualcosa di più strutturato e a larga scala. Belli e la sua filosofia del traverso. Non è un caso che sia una delle presenze più frequenti al Ranch di Valentino: lui è uno dei punti di riferimento per il traverso in Italia.  Solo la conoscenza di Belli giustica una giornata al corso organizzato dalla DiTraverso School.

 

L'approccio al traverso è progressivo: prima un percorso a ostacoli in cui capire come distribuire il peso e la posizione  delle braccia, poi come impostare la curva e via via altri esercizi per prendere sempre più confidenza con la moto.

Esercizio stimolanti, impegnativi ma appaganti e soprattutto propedeutici al fine del corso.

Impegnativi perchè come tutte le discipline "dirty" appoggiarsi per terra, moto compresa è veramente questione di poco.  Anche se l'altro elemento caratteristico di questa disciplina e di questa giornata è il clima di sicurezza che caratterizza prima gli esercizi poi i giri nell'ovale ricavato nel piazzale esterno di Eicma.

Sicurezza e confidenza che poco a poco ti avvicinano all'essenza del corso: mettere la moto di traverso, sentire il dietro che parte e poi magicamente si rimette in linea con l'avantreno.

Una esperienza nuova, diversa, degna di essere vissuta.

Dopo questo pomeriggio possiamo parlare con cognizione di causa e a coloro che dovessero dire  che non c'è gusto nel girare in tondo, l'invito è di provare. Siamo sicuri che si innamoreranno, come è successo a noi, di questa disciplina.

Perchè in fondo per divertirsi  basta poco, della terra, due curve ma proprio due di numero e una motoretta con un freno solo.

La cosa più bella di questa esperienza è stata la riscoperta e il ritorno. Riscoprire il piacere di vivere sensazioni nuove con la moto, perchè quando pensi di aver provato tutto ecco che arriva Belli che ti fa tornare un ragazzino. Ritornare a vivere emozioni che pensavi non potessero più tornare: impegnarti a ascoltare l'insegnante, sforzarti nel mettere in pratica le sue indicazioni e provare e riprovare tutto questo in un clima euforico e entisiasmante.

Il professor John Keating nell'Attimo fuggente dice ai ragazzi che non bisogna fermarsi alle poche e solite certezze, ma saper vedere il mondo da più angolazioni, e a suo modo la lezione di Belli è proprio questa. Si può vivere la passione delle due ruote in più angolazioni. La sua angolazione è quella del traverso e una volta che ti entra dentro sembra quasi che non puoi farne più a meno.

Nella speranza che questa filosofia di vivera la passione per la moto, che sa coniugare agonismo e spensieratezza in un clima di sicurezza e alta professionalità, possa affermarsi in maniera strutturata anche qui da noi, magari con un campionato organizzato proprio dalla DiTraverso School, per ora ci limitiamo a prendere nota delle prossime tappe.

L'invito è rivolto a tutti i motociclisti che vogliono vivere emozioni nuove e rimanere stupiti dalla magia della moto, ma soprattutto a coloro che vivono la moto come gioia e sano divertimento. Visitate il loro sito e prendete nota delle date e regalatevi una emozione...mai giornata sarà spesa meglio!


 

I migliori prodotti per bikers solo da