Piega e spiega day

 

Una fresca mattinata condita dalla nebbia delle campagne pavesi mi fa compagnia un venerdì di settembre, quando in moto mi  dirigo verso Castelletto di Branduzzo per partecipare alla terza edizione del "Piega e Spiega Day" organizzato da Max Temporali.

 

 

Una giornata in cui un centinaio di motociclisti provenienti da ogni parte d'Italia, sorteggiati fra oltre 700 richieste pervenute, hanno potuto divertirsi in pista e apprendere concetti utili per migliorare la sicurezza nell'utilizzo quotidiano della loro due ruote.

La vera bellezza di questa iniziativa è il carattere gratuito della giornata.
Una manifestazione, nata dalla volontà di Max di mettere a disposizione la sua esperienza motociclistica al servizio degli altri utenti stradali. Anche in questa edizione il valore aggiunto è rappresentato dai partner e dagli ospiti. Piloti di caratura mondiale come Lorenzo Savadori e Federico Caricasulo e rappresentanti di aziende partner dell'iniziativa come Andreani Group, Aprilia, Dunlop, Fuchs Sikolene, X-lite, Xpd, Nolan, Sc Project, Spidy.

All' appuntamento in pista, cui giungiamo con un discreto anticipo rispetto all'orario di inizio previsto per le 08.15, troviamo un parco moto dei più eterogenei, comprendente  supersportive, motard e enduro stradali. Anche il livello dei singoli partecipanti è molto vario e spazia da chi ha già una discreta esperienza fino al neofita.

L'organizzazione della giornata  è  perfetta per tempi e ritmi, dalla registrazione si viene divisi in gruppi, in base alle capacità e tipologia del mezzo posseduto passando per il briefing dove oltre allo stesso Max i vari rappresentanti della aziende parlano di protezioni, caschi, abbigliamento, gomme, assetti, sospensioni e manutenzione della moto, tutto è scadenziato secondo una formula vincente e ormai consolidata.

Erano inoltre presenti il dttore della clinica mobile Marco Franchini e il comando motociclistico della Polizia della questura di Milano. Da parte loro hanno esposto concetti e dati significativi  sugli infortuni dei piloti, riguardo gli incidenti stradali negli ultimi anni e la loro gravità.
Al termine del briefing dopo aver fatto controllare i pneumatici giunge finalmente il momento dell'entrata in pista cui fa seguito un ulteriore briefing per identificare le traettorie migliori da seguire e le marce da utilizzare nelle varie zone del tracciato che per quanto piccolo è comunque molto tecnico: l'ideale per affinare le capacità di guida.

Durante la giornata sono quattro sessioni le sessione in cui i partecipanti hanno potuto andare in pista. Sessioni intervallate da incontri con piloti e responsabili aziende. Particolarmente interessante il briefing pomeridiano dove Savadori e Caricasulo hanno spiegato la posizione in sella, come "cucirsi" la moto addosso, come affrontare le curve, la frenata e scalata delle marce e molti altri aspetti che spesso nella guida su strada vengono trascurati.

Il focus principale della giornata non è quello di imparare ad andare forte in pista ma quello di migliorare l'approccio nella gestione delle problematiche che giornalmente si incontrano durante la normale circolazione. 

Altra cosa particolarmente apprezzata è stata la possibilità offerta da Aprilia di poter provare in pista la gamma Tuono e la Shiver, mezzi decisamente diversi fra loro ma capaci di far divertire ed emozionare.

Concludendo non possiamo che promuovere con il massimo dei voti questa lodevole iniziativa che Temporali e il suo staff hanno fatto diventare una grande festa, un ritrovo fra amici accomunati dalla stessa passione.

Stanco ma felice e soddisfatto saluto Max Temporali, i ragazzi che mi hanno fatto compagnia in questa giornata, risalgo in moto per tornare verso casa sapendo che già da domani mi mancherà il sapore dell'esperienza vissuta.

Si ringrazia- Piega e Spiega by Max Temporali per le foto -Massimo Bracchi- Premier Helmets- Tcx Boots

 

 

 

Le fiabe dei Motociclisti

Loris Capirossi - il romanzo