Varese Terra di Moto: itinerario 1

Varese Terra di moto. Abbiamo visto nascere questo progetto che fin da subito ci ha affascinato per la grossa ambizione che porta con sé: valorizzare le competenze motociclistiche, le professionalità e la tradizione storica di un territorio. Abbiamo avuto il piacere di scoprire che Varese è un territorio, oltre che di grandissima tradizione motociclistica, a misura di motociclista. Il luogo adatto dove poter godere del piacere di andare in moto. 

Sono 4 gli itinerari motociclistici individuati dagli ideatori di Varese Terra di Moto. Itinerari diversi a seconda delle esigenze e del tempo a disposizione. Intinerari che strizzano l'occhio ai bikers milanesi alla ricerca di piacevoli viaggi di qualche ora o una mezza giornata per svagarsi, spezzare la routine e abbandonarsi all'effetto terapeutico che solo la moto sa donare.

Abbiamo voluto provare uno di questi intinerari, non da soli ma con amici che come noi condividono la passione nel raccontare, ognuno a modo suo, le emozioni del mondo motociclistico. Amici che incontriamo magari in qualche presentazione stampa, in qualche evento a tema biker o in qualche mototerapia. Amici come Motoreetto con l'estensione naturale del suo braccio destro, ossia la sua immancabile videocamera, di fatto il miglior videoblogger italiano a tema motociclistico, che da anni racconta il mondo delle moto a 360 gradi con video sempre puntuali e professionali. Amici come Flap di Amotomio, un punto di riferimento per tutti i motociclisti alla ricerca di consigli e suggerimenti per vivere al meglio la nostra passione su ruote.

Il luogo di ritrovo per questa giornata è Tradate presso la sede di Powerbike e della società di noleggio Only Helmets. Tante sono le moto che questa bella realtà può mettere a disposizione a noi appassionati: dalla moto pronto pista fino a delle maxi enduro. Per questa nostra prova vogliamo avere 3 mezzi di cilindrata e tipologia diversa, per capire meglio come questo itinerario possa essere vissuto con 3 mezzi diversi tra loro. Ecco allora che abbiamo in uso una potente MT09, una BMW GS 1200 ed il Benelli 500 Leoncino.

L'itinerario si sviluppa partendo da Varese per 115 chilometri, non molti in senso assoluto, ma che si prestano alla grande per una giornata dedicata al piacere di andare in moto perchè capaci di offrire sia l'aspetto storico culturale (come l'Eremo di Santa Caterina e Villa della Porta Bozzolo) che quello paesaggistico.

Seguendo, almeno in parte, il percorso della Sei Giorni Internazionale che si svolse in terra Varesina nel 1951, si attraversa la Valganna per giungere alla splendida Luino adagiata sulla costa orientale del Lago Maggiore e da qui si prosegue per salire al Passo del Cuvignone.
Salendo in cima al Passo bisogna prestare attenzione alla strada, il manto stradale è in buone condizioni ma la carreggiata stradale, è abbastanza stretta. Una sosta veloce, poi si continua verso Cittiglio dove si possono ammirare le cascate, tra le più belle nell'arco prealpino. Il nostro intinerario prosegue verso il Lago Maggiore per raggiungere il golfo di Laveno Mombello e risalire lungo la strada lacuale sino a Santa Caterina del Sasso, straordinario eremo posto a picco sul lago.
Si prende la direzione Valcuvia e ci si ferma a Villa Della Porta Bozzolo con il suo spettacolare giardino. Si risale in moto e si continua per la prossima tappa, Brinzio per poi puntare diretti verso il Sacro Monte, uno dei quattro siti “Patrimonio dell’Umanità” Unesco che arricchiscono il nostro territorio, godendosi in tutta tranquillità  le curve e il paesaggio.

Con l'arrivo al Sacro Monte ha termine l'intinerario proposto, non resta che tornare al punto di partenza in centro a Varese.

START AND FINISH: VARESE – piazza Monte Grappa
01- LUINO
02- PASSO DEL CUVIGNONE – Rifugio De Grandi Adamoli
03- LAVENO MOMBELLO – Imbarcadero
04- LEGGIUNO – Eremo di Santa Caterina del Sasso
05- CASALZUIGNO – Villa della Porta Bozzolo FAI
06- VARESE – Sacro Monte di Varese

Un bell itinerario in grado di regalare emozioni percorso con mezzi diversi tra loro, dal piacevole Leoncino, alle comodissima GS fino alla scattante MT09.

Noi rientriamo da Only Helmets, lasciamo le moto e rientriamo soddisfatti per aver visitato posti che non conoscevamo, su tutti Villa della Porta Bozzolo che merita sicuramente una seconda visita e  felici per per aver passato una giornata tra amici.

Dopo una giornata come questa ci sentiamo di dare a tutti il consiglio di anddare a scoprire il territorio Varesino, ricco di laghi, monumenti, paesaggi spettacolari e... strade piacevoli per andare in moto.

Le fiabe dei Motociclisti

Ti potrebbe interessare anche...

Loris Capirossi - il romanzo