MV Brutale 800RR e Turismo Veloce Lusso la prova nel fuoriporta

Poche moto al mondo riescono a trasmettere e far vivere emozioni come MV. Durante la registrazione della puntata del Fuoriporta di Altheonettv (visibile qui) abbiamo avuto la fortuna di fare un test lungo 2 giorni con 2 delle moto più belle e interessanti di tutto il parco MV. Due sorelle così simili nel trasmettere emozioni così diverse tra loro. La bad girl  Brutale 800RR, una ragazzaccia in grado di portarti al settimo cielo con il suo essere fuori dagli schemi e l'aristocratica e tutta classe Turismo Veloce.

LA BARBOSA E NOIOSA AUTOSTRADA

La nostra prova inizia, come in quasi tutti i viaggi che impongono un trasferimento dalla monotona autostrada. Già in questo piccolo frangente iniziamo a conoscere le moto scoprendone qualità e caratteristiche.

Al primo sguardo le motociclette della casa Varesina catturano per le linea e per la compattezza delle dimensioni, la motorizzazione è la medesima per entrambe, il conosciuto 3 cilindri da 800 capace di erogare una potenza di 110 cavalli a 10.150 giri/min con un coppia massima di 80 Nm a 7.100 giri/min per la Turismo Veloce e ben 140 cavalli a 12.300 giri/min con una coppia massima di 87 Nm (8,87 kgm) a 10.100 giri/min per la Brutale, con un peso contenuto in soli in 192kg per la turistica e di 175 kg per la naked.

Ampio l'uso di elettronica con un pacchetto molto completo denominato MVICS 2.0 (Motor & Vehicle Integrated Control System) con la possibilità di scegliere fra 4 diverse mappature e Traction Control ad 8 livelli di intervento per entrambe.

Entusiasma in movimento la comodità della sella della Turismo veloce, poche altre moto possono godere di una seduta così comoda e che fa pensare a ore e ore di moto senza nessun tipo di fastidio ed anche il serbatoio dalla capienza di 22 litri consente un buon posizionamento delle ginocchia. Altro punto a suo favore sono tutte quelle accortezze studiate per soddisfare al meglio le esigenze di chi sceglie questo tipo di moto e per la sua vocazione che è il mototurismo puro. Il cruise control è un elemento che si apprezza quando lo si ha e l'utilità è indubbia se passi le giornate in moto magari su tragitti autostradali. Le prese USB, per navigatore e cellulare permettono di viaggiare in totale serenità senza il pensiero di restare sconnessi dal mondo ma soprattutto dagli affetti. La chicca del jack per inserire i guanti riscaldati che insieme alla manopole riscaldabili prestano la moto per un uso globale in ogni stagione. Temperatura dei guanti che come ogni altra informazione è possibile trovare sul bel  display a colori e che rendono la moto superiore a tante altre in termini di elettronica e servizi offerti all'utente.

La Brutale è invece una Naked sportiva senza compromessi con un assetto molto rigido e già dal primo sguardo tradisce la sua vocazione con una posizione di guida molto caricata in avanti tanto che si ha la sensazione di "stare" sulla ruota, la sella  dura ed un rombo dallo scarico che già dall'accensione suona cattivo.

  

Per la Brutale l'ambiente ideale è la pista ma non sempre è possibile andarci ed ecco allora che per godere delle emozioni più belle arrivano le stradine di montagna, dove ogni curva è puro divertimento. Anche noi non facciamo esclusione e con entrambe la goduria sale ai massimi livelli grazie anche ad un'ottima ciclistica ed ad un impianto frenante ai massimi livelli.

FINALMENTE CURVE E TORNANTI

Da una parte una ciclistica spettacolare che unita alla comodità assoluta della Turismo Veloce permettono di godere appieno dell'avvolgente motore 800 3 cilindri. La versione Lusso ha aggiunto al già ottimo pacchetto della versione base, le manopole riscaldabili il cavalletto centrale, le borse di laterali di serie (30 litri di capienza) e le sospensioni elettroniche. Tante soluzioni che permettono di godere appieno del viaggiare in moto. Una delle caratteristiche di questo modello è quello di poter settare a proprio piacimento la moto direttamente dal collegamento al proprio smartphone, attraverso una app personalizzata in cui si può cambiare - letteralmente - il comportamento dinamico della moto. Quello che in questi due giorni abbiamo fatto trovandoci a guidare moto completamente diverse in termini di erogazione, ciclistica e intervento dell'elettronica. Una volta presa dimistichezza con i vari tipi di settaggi, mappatura, sospensioni, forcella, ritorno del mono, è possibile cucirsi addosso la  moto a seconda delle proprie caratteristiche di guida ma soprattutto in funzione dei diversi tipi di tracciato che si andranno a percorrere.

Proprio sulle stradine di montagna che maggiormente apprezziamo il comportamento della Turismo Veloce, una touring con un potente motore che risponde immediatamente appena apri il gas ma soprattutto in grado di darti - grazie all'abbondante uso di elettronica - una sicurezza in ogni condizione di asfalto (e ne abbiamo trovato anche di pessimo).

Da segnalare inoltre la presenza di un sensore GPS che, una volta collegato all'app, permette di registrare informazioni che danno, se possibile, ulteriore valore a tutte le soluzione adottate da MV. Una vera e propria telemetria turistica che registra oltre al percorso effettuato anche i parametri della moto, dalla velocità agli angoli di piega e all'utilizzo del motore.

La sorella cattiva invece tra le curve dei passi montani è una goduria totale. Grazie all'interasse contenuto(solamente 1385mm e con tanti cavalli pronti a scalciare, fa vivere emozioni totali, rapida nello scendere in piega e raggiungere il punto di corda una volta superati i 7500 giri diventa rabbiosa, una vera belva. Una maneggevolezza che impressiona. Anche qui tanta elettronica che ne esalta ancor di più le caratteristiche. Cambio elettroassistito che funziona in scalata e inserimento di marcia. Traction control che in condizioni di asfalto non ottimale e con tante buche fa egregiamente il suo lavoro senza risultare invasivo o fastidioso. 

Nel misto il feeling è immediato e il divertimento assicurato ma  l'assetto rigido sulle lunghe distanze penalizza il comfort di guida. Una moto con queste caratteristiche richiede esperienza ma tutta la potenza viene comunque gestita in maniera egregia dall'ottima elettronica.

EMOZIONI SENZA SE E SENZA MA

Due moto che sanno regalare emozioni. Emozioni diverse ma simili. Emozioni che - non pensavamo - possono venire anche dall'elettronica che di fatto, specialmente sulla Turismo Veloce, oltre alla possibillità di giocare sulle diverse mappature prendendo confidenza con la possibilità di settare tutti i dati della moto, c'è quasi la sensazioni di guidare una moto diversa ma adatta a ciò che stai cercando in quel momento.

Se da un lato l'aristocratica ed elegante Turismo Veloce ti coccola offrendoti classe, sicurezza e confort, la sorella ti porta sulla strada del puro divertimento, della libidine della velocità di quelle emozioni che solo alcune moto riescono a far vivere.

Il prezzo di questi modelli non è esattamente popolare, 19.290 euro per la Turismo Veloce Lusso e 15.770 euro per la Brutale 800RR, giustificati dall'elevato livello qualitativo e componentistico, perchè chi sceglie Mv sceglie il mito, una storia di passione e innovazione.

COSA CI HA CONVINTO

Nella Turismo Veloce l'estrema comodità che rimanda al viaggio e le sospensioni elettroniche. Una moto votata al turismo veloce ma con una consapevolezza e un piacere nuovo che deriva dalla possibilità di cucirsi addosso una moto a misura. Un viaggio che complice tutte le soluzione adottate da MV viene vissuto in sicurezza e senza limiti (dettati solo dalla lingua di asfalto) e in ogni condizione.

Per la Brutale quel fascio compatto di potenza, aggressività e tanto, tanto stile e personalità.

 

COSA CI HA LASCIATO DUBBIOSI

Abbiamo avuto un po' di difficoltà a maneggiare le borse laterali - che sono di serie in questa edizione lusso - ma forse siamo stati noi a caricarle un po' troppo e il cavalletto centrale che abbiamo trovato difficoltoso da usare.

Nella Brutale l'assetto della fabbrica era per noi troppo rigido e avendo si necessità di fare chilometri siamo intervenuti sulle sospensioni e la sella che avremmo gradito avere un po' più imbottita.

RINGRAZIAMO MV AGUSTA PER LA POSSIBILITA' CONCESSA.

 PER QUESTA PROVA ABBIAMO USATO

Caschi - LS2 HELMETS - PREMIER HELMETS

Giacche e guanti - JOLLISPORT

Stivali - TCX BOOTS.

 

I migliori prodotti per bikers solo da