VII Rievocazione 6 giorni di Varese.

Ci sono eventi, manifestazioni che sono un concentrato di emozioni. La rievocazione della 6 giorni di Varese di regolarità del 1951, giunta alla sua Settima edizione, è proprio una di queste. Un gran bell'evento organizzato dal Club Varese Auto Moto Storiche con il patrocinio e il supporto delle più importanti istituzioni e realtà motociclistiche Varesine.

Una giornata all'insegna di tanti aspetti emozionali. Veder con mano oltre 80 moto d'epoca, dagli anni '20 fino a metà anni '90 (con due sole eccezioni) invadere allegramente il centro di Varese è già di per sé un bel traguardo. Portare sotto gli occhi la storia motociclistica, per la maggior parte italiana fatta di MV, Guzzi, Benelli, Mival, Lambretta e Vespa rappresenta un indubbio valore, dal punto di vista storico culturale e di ciò è stato ma che continua a essere l'importanza delle moto nel tessuto sociale, economico e culturale.

La presenza in ambito organizzativo di SWM in un evento di questo tipo può forse leggersi sotto questa ottica, uno sguardo a un importante passato ma soprattutto uno slancio in un futuro legato al consolidamento di un marchio che inevitabilmente ha dovuto adeguarsi agli attuali scenari macroeconomici e alle politiche industriali. Proprio la visita agli stabilimenti SWM ha rappresentato uno dei momenti più interessanti del tour di quasi 200 chilometri organizzato dai promotori dell'evento.

Varese è terra di moto, non a caso tantissime realtà sono native di queste parti, ma anche per andare in moto. Percorrendo le strade a fianco del lago Maggiore si ha conferma proprio di questo, un susseguirsi di curve e tornati che non possono far altro che mettere di buon umore e far divertire. Una curva dietro l'altra e un tornante dopo l'altro. Autentico e spensierato divertimento, che abbiamo vissuto grazie a una bellissima XT del '82 rimessa a nuovo dal Chameleon Garage di Magenta, ormai il punto di riferimento della lombardia per il restauro e rimessa a nuovo degli enduro anni '80.

Ma forse l'emozione più bella di questa giornata, che poi accomuna tanti amanti delle due ruote, è stato l'aspetto aggregativo e conviviale. Si perchè questa giornata l'abbiamo passata in compagnia di tanti amici e ne abbiamo scoperti di nuovi tutti uniti dalla passione delle due ruote.

Con noi a farci compagni nel tour c'erano Flavio di Amotomio, che ha raccontato in modo perfetto la giornata e come era organizzata, Nicola Andreetto per tutti Motoreetto, e Marco Belli, il pluricampione e icona della DiTraverso School in compagnia del figlio 12enne, a testimoniare che è una manifestazione per tutti, anche per le famiglie.

Il vero valore di questa bellissima manifestazione forse però è da trovare negli organizzatori in grado di realizzare un grande e bell'evento. Il VAMS - Varese Auto Moto Storiche ha curato nei dettagli l'evento ma soprattutto ha saputo far vivere solo belle emozioni ai partecipanti, dalla suggestiva partenza, passando per un gran bel percorso (forse un po' provante per chi ha dovuto guidare moto anni '40 e '50 per oltre 170 chilometri), non tralasciando un ricco e apprezzato pranzo in agriturismo fino ad arrivare al concorso di eleganza finale con annessa premiazione e bellissima targa ricordo.

Una manifestazione che tanti, soprattutto quelli che si muovono nel settore "epoca", dovrebbe prendere ad esempio, perchè è fondamentale far rivivere le emozioni di una storia, quella motociclistica, che non deve esssere relegata ai pochi dell'ambiente ma deve essere portata in mezzo alla gente e fatta conoscere a tutti, proprio come è stato fatto in questa bellissima giornata. Una giornata ricca di emozioni.

ARTICOLO AMOTOMIO.IT

Abbiamo usato:

CASCO LS2 HELMETS

GIACCA JOLLISPORT

MASCHERA ARIETE

STIVALI TCX

Si ringrazia:

CHAMELEON GARAGE di Magenta

 

 

I migliori prodotti per bikers solo da